Stampa questa pagina

Piano Regionale Qualità dell'Aria: Rete Imprese Italia - Piemonte chiede l'audizione al Consiglio regionale

Vota questo articolo
(1 Vota)

Confcommercio Piemonte e le altre Associazioni di Rete Imprese Italia hanno ufficialmente chiesto nei giorni scorsi un’audizione in Consiglio Regionale del Piemonte sul nuovo Piano Regionale per la Qualità dell’Aria, adottato dalla Giunta Regionale lo scorso 12 novembre.


Il provvedimento, che è attualmente all’esame delle Commissioni consiliari per i lavori propedeutici all’approvazione definitiva da parte del Consiglio, ha importanti e numerose ricadute sulle piccole e medie imprese del commercio, del turismo e dell’artigianato.

Da tempo Confcommercio è impegnata in un’attività di confronto con l’Assessorato all’Ambiente della Regione Piemonte sul tema delle politiche ambientali rivolte al miglioramento della qualità dell’aria.
La tutela della salute e dell’ambiente devono assolutamente essere coniugate con le esigenze delle imprese e dei lavoratori, soprattutto se operanti all’interno delle aree urbane interessate dai provvedimenti di divieto della circolazione veicolare.

In tale prospettiva Confcommercio chiede che le politiche ambientali si basino su una vera e propria strategia integrata
- che abbini, tra loro, obiettivi da perseguire, strumenti di intervento, risorse finanziarie adeguate e tempistiche certe
- che assicuri un coinvolgimento reale dei diversi settori regionali competenti alla luce delle conseguenze delle misure (non solo ambiente, ma anche trasporti, urbanistica, commercio, turismo, ecc.)
evitando in altre parole che si parta con sole misure restrittive, quali blocchi e divieti della circolazione.